Inaugurazione della Casa dei Diritti a Chiaiano

Commons prende casa a Chiaiano

Sabato 27 Ottobre ore 21.30

25 / 10 / 2012

Per quattro lunghi anni la rotonda Titanic e Via Cupa dei cani sono stati la nostra casa, la nostra base operativa. La battaglia contro la discarica ha segnato la nascita della nostra esperienza, ma al tempo stesso è stato l'avvio di un percorso che è cresciuto molto attraverso tutte le lotte ambientali ed in difesa del territorio e dei beni comuni.
La nostra esperienza con il passaggio da Presidio permanente contro la discarica di Chiaiano e Commons, rete di comitati territoriali, ha significato per noi un lento e costante mutamento. Nell'agenda politica, fatta oggi di campagne come StopBiocidio, o la vertenza Chiaiano su tasse, salute, ambiente e servizi pubblici che stiamo avviando, passando per la più generale battaglia contro i disastri ambientali – come a Taranto – contro la privatizzazione dei beni comuni e contro il governo Monti ed i dettami della Bce.
E' soprattutto un nuovo passaggio di ritorno al territorio, al radicamento, alla messa a valore di quelle donne e quegli uomini che in questi anni si sono aggregati al nostro percorso e ne hanno fatto una esperienza importante sulle lotte ambientali e Napoli e non solo.
Ritornare nei quartieri, nei territori, rimodulare l'intervento politico e civico, sviluppare nuove vertenze e costruire al tempo stesso una nuova idea di iniziativa politica che coniughi il protagonismo popolare con una dimensione politica complessiva.
In questi ultimi anni nuove forze hanno rinvigorito la nostra rete, come l'esperienza sviluppatasi intorno al comitato Cambiamo Mugnano che ha portato la riconquista di uno spazio sociale pubblico come la Villa Miriam Makeba, luogo abbandonato che oggi è uno spazio di socialità alternativa. Anche sul territorio di Marano abbiamo avviato un percorso nuovo che ha cominciato a muovere i primi passi dagli spazi che c'hanno storicamente ospitato come quelli di Via Cupa dei Cani e che oggi sono parte di quel percorso politico e sociale che si sta opponendo alla macelleria sociale del commissario prefettizio del Comune di Marano che sta privatizzando i servizi in tipico stile Monti.
A Chiaiano, dove tutto è nato, abbiamo deciso di trovare casa. In uno dei quartieri di quell'area nord di Napoli che vive l'ennesima guerra di camorra che lascia sulla strada morti innocenti come Pasquale Romano, abbiamo deciso di dare vita ad una nuova esperienza politica e sociale che si articoli all'interno di uno spazio fisica. La dimensione della Rete Commons vive del lavoro dei comitati sui territori, per questo nel processo lento e costante di rimodulazione del nostro agire abbiamo deciso di impiantare radici più solide anche a Chiaiano.
Non ci sono spazi pubblici su questo territorio. Pertanto, anche la pratica dell'occupazione e dell'auorecupero che riconosciamo come parte integrante delle nosta pratica politica e che già abbiamo agito sul territorio di Mugnano, non l'abbiamo potuta mettere in campo. Abbiamo quindi deciso di dare nuova vita allo spazio di Casa dei diritti in Corso Chiaiano 53, che sarà la nostra nuova casa a Chiaiano, in collaborazione con la cooperativa L'uomo ed il legno. Un centro di servizi fiscali e di consulenza, un supporto legale per i precari senza diritti e senza tutele, un centro di produzione culturale e di altra socialità. Sopratutto, Casa dei Diritti, sarà un punto di riferimento per le lotte territoriali a Chiaiano e nell'area nord di Napoli.
Un percorso che abbiamo intenzione di scrivere con tutti quelli che vorranno contribuire mettendosi in gioco in prima persona, condividendo con noi pratiche ed obiettivi, così come gli ultimi quattro anni di battaglie l'hanno costruita.
Casa dei diritti sarà un ulteriore tassello di quel processo di sedimentazione che la Rete Commons sta compiendo nell'area nord di Napoli. Un tassello importante perchè nasce lì dove tutto ebbe inizio: a Chiaiano.

Sabato 27 Ottobre – dopo il No Monti Day ore 21:30
Inaugurazione della Casa dei Diritti, Corso Chiaiano 53

Bookmark and Share