Radio Senza Muri per le popolazioni colpite dal sisma

Radio Senza Muri nel Mondo continua a tessere trame, a creare legami con la Russia, l’Argentina, la Gran Bretagna. E nelle Marche un ponte con le comunità terremotate in collaborazione con coloro che già operano nel territorio.

17 / 3 / 2017

Tra le varie iniziative, attualmente, RSM sta tentando di farsi partecipe, con le persone colpite dal trauma annichilente del terremoto, della costruzione di uno spazio sociale che permetta al contempo l'espressione delle emozioni e il contenimento delle angosce, stimolando l' emergere di narrazioni "altre", frutto dell'incontro tra diverse comunità. Per realizzare questa idea Radio senza muri ha presentato un progetto nel Bando AVIVA, per realizzare alcune trasmissioni nelle zone terremotate dove sono stati stabiliti contatti diretti con chi già sta operando nel territorio. Chi conosce Radio senza muri sa che è un dispositivo terapeutico di promozione alla salute molto valido. Il progetto ha superato il primo gradino, con tanti altri e adesso, per essere finanziato, dovrà essere votato da tutta la comunità. I 45 progetti più votati accederanno alla fase finale dove una giuria imparziale decreterà i 18 vincitori. 

Per Votare 

In Russia, a Mosca, RSM ha partecipato dal 20 al 26 novembre, con la presenza di due attiviste, alla IV edizione del Festival Internazionale della creatività delle persone con sofferenza psichica “Il filo di Arianna”. Il festival è stato organizzato dall'Associazione “Club degli psichiatri”, con il partenariato del Dipartimento della Salute, del Dipartimento del Lavoro e della Protezione Sociale della popolazione e dall'Assessorato alla Cultura del Governo di Mosca. 

La base concettuale e il motto del festival erano “apertura – creatività – integrazione”; le forme di espressione utilizzate, sono state “teatro, concerti, scrittura creativa, fotografia, cinema, arti visive e progetti multimediali. A momenti creativi, esperienziali erano abbinati momenti maggiormente tecnici come conferenze scientifico – pratiche e corsi di perfezionamento.

I luoghi dove si svolgeva il festival erano dei siti culturali ben noti della capitale e gli ingressi erano gratuiti. Hanno partecipato delegazioni provenienti da 14 paesi.

Oltre al Festival, un altro accadimento importante che ha coinvolto i partecipanti delle differenti radio, è stato la presenza di Lalo Mir (giornalista e conduttore di radio e televisione in Argentina) e di Canal Encuentro (primo canale televisivo del Ministero dell'educazione della Repubblica Argentina), che hanno documentato la partecipazione delle radio alla manifestazione, per la creazione di un documentario. 

In Argentina, con la presenza di un'attivista, RSM  ha partecipato,  il 1 dicembre del 2016, alla UNQUI (Università Nazionale di Quilmes) all'ultimo incontro dell'anno del F.S.M.C (Foro Salute Mentale Comunitaria) insieme a Hugo Lopez di Radio La Colifata, e al Centro di Salute Comunitaria La Enredada di Solano  Buenos Aires , un  struttura nata nel 2004 con il partenariato   dell'associazione  Ya Basta Marche e con il sostegno della Ragione Marche , Comune di Jesi, Provincia di Ascoli Piceno e tante altre istituzioni e associazioni.

Il F.S.M.C  è uno spazio di discussione, condivisione, dibattiti e scambi, una rete che comprende  istituzioni pubbliche e organizzazioni di quartiere che operano sulla salute mentale. L'obiettivo del Foro è di sviluppare e applicare la recente Legge argentina  sulla Salute Mentale, di dare forza e sostegno al lavoro comunitario con la creazione di spazi di condivisione e di riflessione sulle pratiche che ogni organizzazione pone in essere. All'interno di questo spazio collaborano:professionisti di ospedali e ambulatori pubblici, università, organizzazioni di quartiere, familiari, utenti e qualsiasi persona interessata. 

Inoltre dal 5 al 7 dicembre 2016 Radio Senza Muri insieme a Radio La Colifata si sono recati a Salta (Nord Argentina) in occasione del Progetto IntegrAR!, evento organizzato dal Ministero dei Diritti Umani e della Giustizia e dal Dipartimento della Salute Mentale della Provincia di Salta, con il cofinanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia.

Il progetto è stato concepito, anche in questo caso, con lo scopo di promuovere la recente legge argentina sulla salute mentale, che ha preso spunto dalla Legge 180 (Legge Basaglia); per questo motivo hanno partecipato due psichiatre di Trieste, mentre la partecipazione di Radio La Colifata e Radio Senza Muri è stata proposta come scambio di esperienze innovative sulla salute mentale.

A Salta le due radio hanno messo in pratica il loro metodo operativo, con due trasmissioni in diretta da un giardino pubblico e da un centro diurno; in seguito sono state intervistate da Radio Mitre e da radio FM 943, radio condotte da ragazzi detenuti all'interno di un carcere minorile.

E tornando a Jesi Mercoledi 28 dicembre Radio "The Voice of Youth" (Voce della Gioventù) di Londra ha visitato Radio senza Muri . Radio "The Voice of Youth" è una radio che nasce all'interno dell'ONG "YOUTH SUPPORT" nata nel 1986. L'ONG partecipa a Fabriano, subito dopo il terremoto del 1997, ad un congresso dove ha svolto esperienze di Psicodramma. Oggi ritornati nelle Marche si sono interessati al progetto della radio comunitaria di Jesi con l'auspicio di una futura collaborazione.

chi comunica deve essere appassionato,

la migliore radio è quella che si fa fuori dagli studi,

con la gente”

José Ignacio Lopez Vigil- speacker popolare cubano

Bookmark and Share