Roma - 13 luglio Conferenza stampa della Campagna 10X100 - Articolo in aggiornamento

Collegamento con Lorenzo Sansoneti

13 / 7 / 2012

Quest'oggi si svolge la Cassazione per 10 manifestanti in merito ai fatti di Genova 2001, le contestazioni del G8. La swentenza è prevista nel pomeriggio.

ore 16.30 - Sono finiti gli interventi degli avvocati della difesa. Si attende giudizio dopo le ore 20 di stasera. 

ore 14.00 Il Pg Gaeta, lo stesso del processo sulla Diaz ha chiesto conferma delle condanne per i 10. Nell'arringa molto severa ha detto "La partecipazione agli atti criminosi degli imputati non trova la minima giustificazione, consapevoli di azione delittuosa''.

ore 13.30 in diretta da Roma con Lorenzo Sansonetti - Campagna 10x100 - che racconta la conferenza stampa che si è svolta per presentare le firme raccolte in queste settimane ed il senso della campagna.In serata l'appuntamento è in Piazza Trilussa per prendere parola sulla sentenza.

Collegamento con Lorenzo Sansonetti da Roma dopo la conferenza stampa della Campagna 10X100

Ascolta l'audio

Come è andata la conferenza stampa?

Questa mattina, prima della Conferenza stampa è stata fatta la consegna ufficiale delle 30.000 firme e srotolato uno striscione che riportava alcune centinaia di firme.

Nella conferenza stampa è stato ricordato il successo inaspettato della campagna, che dimostra me nella memoria e nelle lotte di questo paese, Genova non sia affatto finita.

In questo luglio a undici anni dal G8 Genova ci sono queste due sentenze arrivate ad una settimana una dall'altra: quella della Diaz e quella per "devastazione e saccheggio" per i manifestanti.

Una settimana fa eravamo in piazza per la sentenza sulla Diaz, che ha confermato la condanna ad alcuni vertici della polizia ed oggi siamo in attesa di sapere se verrà riconfermata o meno "devastazione e saccheggio" per dieci manifestanti.

Si è aperta la discusionne intorno al reato di "devastazione e saccheggio" che è al centro della campagna, che senso ha?

La campagna si è molto incentrata su questo reato. Ricordiamo che il processo di cui parliamo aveva 25 imputati e i primi 15 sono stati assolti perchè riconosciuta l'illeggittimità delle cariche della polizia in Via Tolemaide e quindi anche il diritto di resistenza dei manifestanti che erano accusati, in prima istanza, di devastazione e saccheggio.

Rimangono altri dieci imputati, ed alcuni sono accusati di "compartecipazione psichica".

Ricordiamo che il reato di "devastazione e saccheggio" è un reato frutto del Codice penale fascista, il Codice Rocco edè un reato che si applica sostanzialmente a uno "stato di guerra" o a uno "stato di regime".

Questo è quello che a Genova hanno imposto per rispondere a quella moltitudine che voleva assediare ed invadere la zona rossa e gridare le alternative al governo del mondo, al G8.

Questo reato è un reato che, in questi anni, sempre più spesso viene utilizzato proprio la repressione di fatti di piazza e sempre in maniera più spropositata.

E' proprio di questi giorni la notizia della richiesta di utilizzo di questo reato per una piccola manifestazione/contestazione che ci c'è stata a settembre contro l'ultima finanziaria del governo Berlusconi. C'erano stati alcuni tafferugli sotto Montecitorio e addirittura anche in quel caso c'è stata la richiesta dei magistrati di utilizzare questo reato che ricordiamo porta le pene per i manifestanti da 5 a 15 anni. Quindi stiamo parlando della grande sproporzione con le pene che, ad esempio, sono state inflitte ai vertici della polizia, che andranno in prescrizione mentre per i manifestanti da domani c'è il rischio di 10 anni di galera.

Bookmark and Share