La marcia da Nizza ad Atene si ferma a Salerno e conosce il nuovo volto del fascismo!

16 / 2 / 2012

Sono partiti a fine ottobre da Nizza i "marcianti" per raggiungere a piedi Atene, la capitale della crisi e degli scontri che vediamo sempre più come il futuro prossimo dell'Italia.

Hanno fatto tappa in tante città italiane, lasciando un messaggio di forte indignazione e di speranza.

Sono  arrivati a Salerno,ieri 15.02.2012, e hanno avuto problemi con la legge.

Sono stati fermati per strada perchè intralciavano qualcosa che "loro" chiamano traffico, ma preferirei definirlo grigiume. Intralciavano quel grigiume della nostra città  con i loro colori; stavano camminando nell'intento di trovare un posto dove riposare, mangiare e riorganizzarsi per ripartire tra due giorni per raggiungere Bari attraversando la Basilicata, seppellita dalla neve.

ore 18:00

Pensavano di essere arrivati in una ridente e rilassante cittadina sul mare, e invece si sono ritrovati in questura per controlli sui documenti, che alcuni non hanno.

La polizia, in crisi come tutti, sprovvista di blindato, si è fatta prestare un furgone dai vigili urbani per caricare ben 16 persone e trasportarle in questura.

ore 23:30

Sono stati rilasciati e chi non aveva il documento è stato garantito da qualcun'altro che lo aveva.

 

OSSERVAZIONI

  • Non si possono fermare delle persone che camminano a piedi per controlli...VERGOGNA!
  • Solo a Salerno gli è accaduta una cosa così, avete capito quanta strada c'è da Nizza a Salerno?
  • I marcianti hanno lasciato un fortissimo messaggio a Salerno, facendoci capire, con la resistenza  che hanno fatto, che si può vincere. Dobbiamo prendere esempio da persone così e oltrepassare quel sottile limite tra legalità e repressione. Se lo chiedete a loro vi diranno che non esiste arrestare una persona perchè non ha documenti, infatti anche chi li aveva, inizialmente si è rifiutato di mostrarli, perchè in una città europea non ti fermano a piedi per controlli.

Vogliono farvi credere di vivere in una metropoli, ma eventi del genere dovrebbero aprirvi gli occhi.

A Salerno esiste ancora il fascismo alla vecchia maniera, quello della repressione, quello delle leggi sbagliate. Un gruppo di persone sagge, venute da molto lontano, oggi ci ha insegnato a lottare, prendiamo esempio, non permettiamo a nessuno di privarci dei nostri diritti.

C'è un mondo che aspetta di essere cambiato, cominciamo dalla nostra città!

 

PS: oggi (16.02.2012) alle 17:00 fanno assemblea a piazza Portanova, se qualcuno vuole partecipare per andarli a conoscere,può contattarli qui: https://www.facebook.com/profile.php?id=100003090669998

Salerno 16/02 #marchtoathens

"SALERNO 15 Febbraio 15:00

Oggi dopo una splendida e soleggiata  strada che da Pagani ci ha portato a Salerno siamo stati accolti davanti il municipio di via Roma dalla Polizia Municipale  che ci ha intimato di spostarci in quanto il sindaco era “dispiaciuto di vederci” proprio lì sotto quel palazzo.
I primi marcianti stavano mangiando qualche cosa dopo aver camminato per una ventina di km. Lì per lì dichiaramo la nostra contrarietà a rispettare questo ordine, in seguito il comandante dei vigili ci chiede i documenti.
La marcia ormai al completo rifiuta l’ identificazione, rivendicando il diritto di libera circolazione per ogni essere umano sulla terra e la nostra ferma contrarietà alla società del controllo . Nessuno è illegale.
Durante l’azione di disobbedienza civile seguente vengono pubblicamente letti i primi articoli della dichiarazione dei diritti umani.
Infine veniamo condotti a forza  in questura per  l’identificazione e in serata ci ritroviamo tutti all’accampamento in Piazza Cavour.
La cittadinanza esterefatta ci ha dato sostegno ed aiuto, in particolare i compagni del c.s.o.a Bastian Contrari e quelli dell ‘Jan Hassen (ex Asilo Politico)

IL  16 Febbraio si terrà un’assemblea popolare insieme a tutte le realtà attive di Salerno in piazza Porta Nuova alle 17:00"

Bookmark and Share