È online il nuovo sito web di Melting Pot: «un altro passo avanti!»

14 / 12 / 2021

A distanza di 7 mesi dalla chiusura del crowdfunding «Salviamo Melting Pot», da oggi lunedì 13 dicembre è online il nuovo sito web del Progetto Melting Pot Europa. Questo articolo è disponibile anche nelle seguenti lingue: English; Français; Español.

Non un semplice restyling, ma l’evoluzione di un progetto che in questi 26 anni ha assunto forme diverse per continuare ad essere punto di riferimento e uno strumento di comunicazione plurale. 

Oltre ad una veste grafica più moderna e la migrazione dei contenuti a un nuovo Content Management System (CMS), troverete alcune novità: un efficace motore di ricerca dei contenuti pubblicati dal 2003; la possibilità di creare un account personale con il quale iniziare a costruire una community di Melting Pot; uno shop di prodotti che potrete acquistare per sostenere il progetto.

Melting Pot è cambiato accompagnando le trasformazioni, soprattutto a livello nazionale ed europeo, dei movimenti migratori e delle leggi che hanno tentato di contrastarli o tutt’al più governarli, cercando di coglierne le traiettorie, le problematiche e dedicando attenzione alle diverse sfaccettature. Nel suo sviluppo si è caratterizzato per essere un progetto articolato su 3 livelli fortemente intrecciati tra loro

Un primo livello dedicato all’informazione e all’approfondimento, capace sia di fare luce sugli abusi e le violazioni dei diritti fondamentali e sia di costruire una narrazione diversa. Ma anche, un progetto editoriale, che vuole dare spazio alle protagoniste e ai protagonisti delle migrazioni e alle reti solidali, a maggior ragione in un momento storico in cui i diritti delle persone con background migratorio sono costantemente sotto attacco e prendono forma importanti movimenti di critica della dimensione strutturale del razzismo. 

Un secondo livello rivolto alla difesa legale e ai servizi, i progetti specifici dentro il progetto generale. Queste attività consistono nel fornire assistenza, orientamento e formazione, favorendo la messa in rete di realtà sociali, enti del terzo settore ed attivismo solidale. Assieme alla buona informazione è necessario coniugare un lavoro quotidiano, anche carsico e molto concreto, per realizzare una società dell’inclusione e dei diritti e non dei privilegi. 

Infine last but not least un livello destinato alle campagne e alle iniziative, ai diritti non negoziabili e da conquistare. Il periodo non è certo facile, l’Unione Europea mostra il suo volto peggiore, e attorno a noi i diritti sono calpestati, sui confini le persone muoiono o sono respinte da barriere ed eserciti; la solidarietà in mare e terra viene ostacolata e criminalizzata. E’ quindi necessario promuovere uno sguardo critico sull’attuale gestione delle politiche migratorie e dare ossigeno a campagne sociali e politiche per l’abrogazione di leggi ingiuste ed inique e per l’affermazione di nuovi diritti.

In 26 anni abbiamo imparato che per raggiungere qualsiasi obiettivo, anche piccolo, nessuno può fare da solo, ma occorre essere in tanti e diversi. E’ anche per questo che 750 persone e associazioni hanno deciso di salvare e sostenere il rilancio del progetto: un meltingpot che cresce, offrendosi come spazio plurale per attivisti, esperti, giuristi, operatori, volontari, lasciandosi attraversare dalle tante battaglie per i diritti che animano le piazze, che stanno dentro e fuori le aule dei tribunali e fra le pieghe delle burocrazie. 

Abbiamo bisogno di costruire un orizzonte diverso e nuovo, che ci dia la possibilità, ancora, di immaginare una società più giusta, una nuova sfera dei diritti di cittadinanza.

Il nostro ringraziamento va a coloro che ci hanno sostenuto e accompagnato in questo lungo cammino, condividendo i propri saperi e conoscenze, regalando parte del proprio tempo alla difesa ed all’affermazione dei diritti. 

Melting Pot è il frutto di questo impegno corale e collettivo in cui convergono idee, storie di vita, passione, voglia di giustizia e libertà. Solo insieme possiamo costruire quell’orizzonte che abbia l’ambizione di cambiare l’esistente.

Leggi chi siamo e la nostra storia

Partecipa al progetto

Sostieni Melting Pot: dona ora

Crea il tuo account ed entra nella community

Tratto da:

Bookmark and Share