Corea del Sud in rivolta contro la presidente

20 / 12 / 2016

Era la fine dello scorso ottobre quando veniva diffusa la notizia sull’indagine nei confronti della Presidente della Corea del Sud Park Geun-hye (la prima donna ad essere eletta per la prima volta nel paese in questa carica) per uno scandalo che la ha vista accusata di aver concesso a Choi Soon-sil, sua personale amica e figlia di un leader religioso, di aver interferito in rilevanti affari di stato. Per tutto il mese di novembre fino ai giorni recenti, manifestazioni oceaniche di piazza hanno attraversato il paese per chiedere le dimissioni della Presidente, in particolare nella capitale Seoul, dove gli organizzatori parlano della presenza di un milione di partecipanti nei cortei che si svolgono a cadenza settimanale nel week end. Venerdì 9 dicembre il parlamento Sud Coreano ha approvato la destituzione della presidente Park Geun-hye, la cui carica sarà sospesa per diversi mesi; ma intanto nelle strade della Corea del Sud si è riversato un malessere sociale che trae origine anche nell’attacco delle politiche neo – liberiste del governo nei confronti di vari settori della società, come hanno dimostrato gli scioperi generali indetti dai sindacati a difesa dei lavoratori del settore pubblico e dei camionisti nei mesi di settembre – ottobre di questo anno, i quali hanno risposto con una grossa mobilitazione. Di seguito un’intervista a  Kim Snghyun, di Seoul, membro dell’organizzazione socialista coreana “Workers Solidarity” e giornalista dell’omonima rivista di questa organizzazione, per capire i motivi della partecipata protesta in Corea. 

Quali sono stati i motivi della protesta largamente partecipata in Corea del Sud in questo ultimo periodo?

Nel corso dell’ultimo mese, milioni di persone sono scese in piazza e hanno chiesto al presidente Park Geun-hye di dimettersi. E come si può intuire, quella serie di manifestazioni non sono solo la somma di singoli problemi, come la corruzione di alcune persone all'interno del "potere", ma di molte ragioni combinate. Se venite ai cortei e vedete che tipo di persone sono presenti in essi, e ciò che chiedono, allora si può capire di cosa si tratta. Voglio dire, ci sono molte richieste e c’è la rabbia della gente. E la corruzione e lo modo di governo dominante autoritario del presidente sono parti dei motivi che hanno acceso queste enormi manifestazioni.

Per capirlo, è necessario vedere che la salita al potere di questo governo conservatore di destra è coinciso con la crisi economica globale nel 2008, e questo attuale governo, che ha preso il potere in un secondo momento con Park Geun-hye come nuovo leader dopo che il precedente regime non era riuscito a far alla crisi nel 2014, è stato più aggressivo per spingere le politiche neoliberiste a spese di lavoratori e gente comune. Così, in una parola questo grande movimento di protesta si basa sul fallimento della gestione della crisi economica da parte del governo attuale, che ha anche rivelato nel tempo quanto sia stato corrotto ed autoritario.

Come sapete, la recessione economica continua a livello globale e la condizione dell'economia della Corea del Sud è dipendente dalle industrie esportatrici, come mobili, automobili, navi, televisori e così via, e le cose si sono fatte più difficili. I proprietari di imprese che hanno sofferto di più per investimenti senza profitti vogliono che il governo deregolamenti molti oneri a loro carico, e il governo ha fatto così. Durante il regime della destra conservatrice, il tasso di disoccupazione è stato sempre più elevato soprattutto tra i più giovani, il numero dei lavoratori precari è aumentato, e il salario reale è stato sempre basso, mentre sono aumentate le tasse, si è ridotto il benessere sociale, sono stati privatizzati i servizi pubblici come ad esempio una parte di servizi ferroviari e così via. Questi sono fondamentalmente attacchi neoliberisti contro i lavoratori e la popolazione. Naturalmente, ci sono state molte resistenze dal basso e ogni volta che il governo ha dovuto combattere per opprimere il movimento; per esempio, la polizia ha ucciso un vecchio contadino con un cannone ad acqua, che stava partecipando una manifestazione di circa 100 mila persone l'anno scorso, ed è stato arrestato e imprigionato Han Sang-gyun, che è un presidente della KCTU, un militante della Confederazione dei Sindacati nel paese.

L'esempio più recente di queste resistenze è la serie di scioperi da parte dei sindacati dei lavoratori pubblici affiliati al Korean Confederation Trade Unions incluso quello dei camionisti che si è svolto due mesi prima delle manifestazioni del fine settimana. Queste proteste organizzate erano contro il governo che ha cercato di cambiare il sistema di paga per pagare in base alle prestazioni di servizi per le industrie pubbliche di proprietà dello Stato, al fine di rendere i lavoratori pubblici più competitivi gli uni contro gli altri negli stessi luoghi di lavoro. Decine di migliaia di lavoratori uniti e per molti giorni, e tra questi i ferrovieri, non hanno fermato il loro sciopero per 74 giorni. Gli scioperi dei lavoratori hanno dato letteralmente il coraggio alla popolazione di protestare contro il governo ed il popolo ha supportato gli scioperanti. Infatti, poichè il governo e il suo partito al potere è stato sconfitto in un'elezione generale nel mese di aprile di quest'anno, la rabbia della gente è stata espressa attraverso i sostegni agli scioperanti.

C'è un altro ed importante motivo che ha scaturito le proteste. Nel 2014, un traghetto chiamato 'Sewol' che avrebbe dovuto raggiungere l’isola di Jeju con un sacco di persone a bordo sprofondò nel mare con 304 persone,  la maggior parte delle quali erano studenti delle scuole superiori in gita scolastica nell'isola, che è morta. Il motivo per cui il disastro Sewol è importante è questo: in primo luogo il processo di salvataggio delle persone a bordo della nave è stato così deficitario che, come la gente che ha manifestato ha dichiarato, la polizia di mare o il governo, infatti, non hanno salvato nessuno di loro, inoltre il presidente è sembrato essere scomparso e non ha ordinato nessuna direzione corretta per 7 ore mentre la nave stava affondando e la gente moriva. Dal momento del disastro, le famiglie delle vittime e molte persone hanno chiesto al governo di rivelare il motivo per cui la torre di controllo governativa non ha funzionato e cosa è realmente accaduto durante la procedura di salvataggio; ma il governo, al contrario, ha cercato di nascondere le verità e le famiglie vittime.

In secondo luogo, il disastro della Sewol era collegato alle politiche imperialiste del governo. Come ho già detto,  la nave si stava dirigendo sull’isola di Jeju, e sull'isola è stata prevista la costruzione di un porto della Marina che si suppone facesse da servizio per gli USA. L'Alleanza tra gli USA e la Corea del Sud ha un rapporto di lunga durata nella regione dell'Estremo Oriente contro la Corea del Nord, e in particolare di recente contro la Cina. Si tratterà di una delle principali basi strategiche militari con altri come quelli in Giappone e altri alleati come le Filippine, Taiwan, Thai, Australia e così via, che circondano la Cina. Recentemente il governo ha deciso di schierare THAAD - Difesa d'area terminale ad alta quota (un sistema antimissile dell'esercito statunitense per colpire missili balistici a medio e corto raggio) all'interno del paese, aumentando ancora la rabbia delle persone. Il fatto è dunque che la Sewol è stata illegalmente sovraccaricata di sbarre di ferro che ci si aspettava di utilizzare per la costruzione del porto Marina di Jeju, sono state chiamate in gioco quindi le politiche imperialiste. E la ragione per cui la nave Sewol è stata sovraccaricata di tali barre di ferro è stata perché molte proteste contro la costruzione del porto da parte delle persone sull'isola hanno causato il ritardo della costruzione dell’edificio. Questo ha significato per le persone che la politica imperialista del governo di destra con gli USA ha ucciso così tante persone.

*** Mattia Gallo è un giornalista pubblicista e media attivista. Ha scritto su web journal, fanzine e siti di contro informazione come: Tamtamesegnalidifumo, Ciroma.org, Fatti al Cubo, Esodoweb, Ya Basta!, Dinamo Press, Lefteast. Tra gli animatori del sito Sportallarovescia.it, collabora con Global Project con attenzione alla politica internazionale.

Bookmark and Share