Trento - Studenti in piazza contro guerra e fondamentalismi

20 / 11 / 2015

Venerdì 13 novembre, come tutti sappiamo, Parigi è stata colpita da un tremendo attentato che ha portato la morte di centinaia di persone.

Oggi anche a Trento, come Coordinamento Studenti Medi e Collettivo Universitario Refresh, abbiamo fatto un presidio ed un volantinaggio in piazza Fiera, intercettando molte persone, per sottolineare il fatto che Parigi non è stato un evento isolato, come hanno voluto farci credere.

Vogliamo che si sappia che eventi del genere accadono continuamente in paesi come la Siria o a Kobane, dove i combattenti kurdi ci stanno dimostrando che il fondamentalismo dell'Isis si combatte con i propri corpi, con le proprie idee e con la propria voglia di libertà. Non possiamo permettere che i sciacalli della politica, soprattutto nel nostro Paese, cavalchino questo fatto chiedendo la chiusura delle frontiere e l'espulsione immediata dei migranti di origine mussulmana. Non possiamo permettere che le soluzioni proposte siano la militarizzazione delle città, lo schieramento degli eserciti e la dichiarazione di stato d’emergenza. Perchè si stanno dimostrando inutili, come i nuovi attentati di oggi in Mali ci stanno dimostrando. 
Oggi siamo scesi in piazza  per dire no ai fonfamentalismi, no ai razzismi, e no ai fascismi di ogni genere! Siamo tutti Parigi siamo tutti Kobane e con la resistenza curda.

I POPOLI IN RIVOLTA SCRIVONO LA STORIA CON KOBANE FINO ALLA VITTORIA!!

Bookmark and Share

Presidio e volantinaggio in Piazza Fiera