Verona. Sabato 22 ottobre in piazza per fermare l'inceneritore di Ca' del Bue

La difesa della salute come bene comune: Verona dice no all'inceneritore

20 / 10 / 2011

Difendiamo la salute di verona. Tutt* in piazza per cambiare il futuro!

Sabato 22 ore 14,30 - Stazione Porta nuova, Verona

Manifestazione contro Cà del Bue

ore 16 in Piazza Bra
con un presidio anti-inceneritore.

Non mancare, difendiamo insieme la salute di verona

Sabato 22 ottobre alle ore 14.30 a Verona ci sarà una nuova marcia contro l'inceneritore di Ca' del Bue. Ad organizzarla comitati e associazioni per la salute e il rispetto del territorio.

L'inceneritore è dannoso, inutile, le soluzioni alternative esistono, c'è l'esigenza di tutelare la salute, insieme si possono cambiare le cose. Eccovi 5 buoni motivi per manifestare:

1. Perché l'inceneritore è dannoso: numerosi studi scientifici dimostrano inconfutabilmente che le emissioni degli inceneritori sono molto nocive per gli uomini, gli animali, i prodotti agricoli. I fumi e le polveri vengono trasportate anche a grandi distanza, contaminando aria, acqua, suolo e catena alimentare.

2. Perché l'inceneritore è inutile: Verona e provincia, grazie alla raccolta differenziata, hanno ridotto di molto la quantità di rifiuti da smaltire. L'inceneritore, che dovrà funzionare a pieno regime (24 ore su 24, per 25 anni) brucerà 1200 ton. di rifiuti al giorno, provenienti inevitabilmente da altre province o regioni; produrrà più di 1200 ton. al giorno di ceneri da smaltire in discariche speciali.

3. Perché le soluzioni alternative esistono: la raccolta differenziata spinta, il riutilizzo, il riciclo dei materiali raccolti unitamente ai trattamenti a freddo dei rifiuti residui consentono (come già sperimentato) di gestire i rifiuti in modo più conveniente e salutare. Recuperare e riciclare fa risparmiare energia e inquinamento altrimenti necessari per riprodurre i materiali stessi.

4. Perché il sindaco e i politici... di qualsiasi amministrazione e colore politico devono tutelare la salute dei cittadini, secondo il principio di prevenzione e cautela. Non è quindi accettabile che, per giochi di potere e convenienze economiche, si percorra una strada così evidentemente sbagliata che va a discapito della salute e dell'ambiente.

5. Perché insieme possiamo cambiare le cose! Le amministrazioni non devono sottrarsi al confronto costruttivo con i cittadini. Dobbiamo far valere le nostre ragioni e, per questo, serve la partecipazione di tante persone, anche la tua!

Bookmark and Share

No inceneritore CadelBue - volantino