Lusatia Action: per un'uscita immediata dal capitalismo fossile!

Call for action di Ende Gelände per bloccare una miniera di lignite in Lusazia (29.11. – 01.12.2019). Una delegazione dei centri sociali del Nord-Est si unirà all'iniziativa.

27 / 11 / 2019

Pubblichiamo la traduzione in italiano della call for action di Ende Gelände per un blocco di massa di una miniera di lignite in Lusazia, una delle più grandi d'Europa. Le azioni avverranno tra il 29 novembre e il 1 dicembre 2019. Una delegazione dei centri sociali del Nord-Est è in partenza dell'Italia per unirsi alle iniziative.

Uniti per la giustizia climatica: disobbediamo al capitalismo e vogliamo l’uscita immediata dal carbone.

La nostra azione sarà un’azione colorata di disobbedienza civile; nei diversi finger, chiunque voglia combattere con noi contro la crisi climatica sarà in grado di farlo.

Sarà un’azione in tre parti, dichiarata e a bassa intensità. La varietà dei ruoli possibili metterà tutti in grado di essere coinvolti, in base al grado di intensità scelto, per agire contro la miniera e per la giustizia climatica.

Per la campagna in Lusazia non ci sarà un campeggio centrale, ma abbiamo pensato di decentrare il tragitto verso l’azione. Verranno quindi organizzati dai comitati locali dei pernottamenti a Berlino, Dresda e Lipsia. Anche le assemblee delle azioni avranno luogo in queste tre città.

Di seguito le informazioni specifiche sull’azione:

Importante: l’action consensus è qui!

Materiale: adesivi, volantini e poster

Informazioni sul Multi-coloured finger

Come arrivare

Manuale legale per azioni  nello stato federale di Brandeburgo (di cui fa parte la Lusazia) - PDF qui, aggiornato a ottobre 2019

FAQ

Packing List

Call for action

Arrabbiati e disobbedienti: facciamo giustizia climatica | cambiamo il sistema!

Il governo tedesco ha abbandonato il target del 1,5° - noi no!

Mentre milioni di persone scendono in piazza, il governo tedesco reagisce con un programma sul clima che è estremamente distruttivo ed è solo la prova di un ulteriore fallimento, aggiungendo combustibile alla crisi climatica! Lasciare invariato il sistema per altri vent’anni di estrazione del carbone?

Queste folli politiche climatiche aumentano il livello di distruzione della nostra esistenza sul pianeta: eventi climatici catastrofici, come ondate di calore, alluvioni e siccità improvvise sono la realtà brutale dei nostri giorni, e colpiscono maggiormente le popolazioni del sud globale.

Il tempo sta finendo e la procedura d’emergenza che ci serve è un’immediata uscita dal carbone. L’inazione del governo è un segnale chiaro per tutti: pacchetti di riforme inadeguate non salveranno il clima.

Eliminare il carbone dipende da noi!

Invece di seppellire la testa sotto la sabbia ci addentriamo nella miniera. Siamo diretti alle radici della distruzione, la miniera di lignite a cielo aperto della Lausazia. In un’azione di massa bloccheremo le infrastrutture della miniera. Porteremo a termine l’era del capitalismo fossile.

Mentre il governo rimanda la fase al 2038, noi acceleriamo la fine del carbone, qui e ora! Vogliamo mettere fine a un sistema economico basato su crescita infinita e sfruttamento.

Con gli incontri iniziali della COP che si terrà a Madrid, lo Sciopero Globale si avvicina al suo prossimo round: dal 29 novembre al 1 dicembre ci uniremo a Fridays For Future per un grande fine settimana di proteste per la Giustizia Climatica.

Che sia con lo sciopero a scuola o con i blocchi degli escavatori, possiamo fermare la crisi solo con la disobbedienza civile.

Si tratta cambiare il sistema, si tratta di attivare una solidarietà senza confini  e di assicurare una vita degna a tutti, a dispetto del profitto e della crescita. La nostra protesta vuole colpire anche tutte le ideologie deumanizzanti, per questo siamo solidali con le battaglie antifasciste e antirazziste, qui e ovunque nel mondo.

La nostra azione è un blocco annunciato, ci saranno diverse opzioni per partecipare. Agiremo con calma senza mettere in pericolo nessuno. Vogliamo creare una situazione che sia trasparente per tutti i partecipanti, in cui rispettarsi e supportarsi a vicenda.

Nessuno ci regalerà un cambio di sistema. Per questo ce lo prendiamo! Insieme e disobbedienti!

Ende Gelände – We are unstoppable and another world is possible!!!

Bookmark and Share