Messico - Primo Festival mondiale delle resistenze e delle ribellioni contro il capitalismo

Dal 21 dicembre 2014 al 3 gennaio 2015

9 / 12 / 2014

Nell'agosto scorso l'EZLN (Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale) e il CNI (Congresso nazionale Indigeno) hanno convocato il "Primo Festival Mondiale delle Resistenze e delle Ribellioni contro il capitalismo" che si svolgerà dal 21 dicembre 2014 al 3 gennaio 2015.

Il programma completo è disponibile in italiano sul sito di Enlace Zapatista.

Il Festival sarà itinerante, come si legge nel programma ed ha al centro la condivisione delle esperienze di lotta che alla devastazione capitalista rispondono con la ricostruzione dal basso. Nella convocazione si legge lo slogan del Festival: "quel che dall'alto distruggono, quelli che stanno in basso lo costruiscono". Gli incontri del festival saranno aperti agli aderenti alla Sexta Declaración de la Selva Lacandona, a livello nazionale ed internazionale.

Il programma ed i luoghi in cui si terranno gli incontri  sono:  il 21 dicembre l'inaugurazione nella comunità Ñatho di San Francisco Xochicuautla, Lerma, Estado de México. Il 22 e 23 dicembre condivisioni nelle comunità di San Francisco Xochicuautla e in Amilzingo, Morelos. Il 24, 25 e 26 dicembre Gran Festival Culturale nel Distretto Federale (Città del Messico). Il 2728 e 29 dicembre continuazione delle condivisioni nelle comunità di Candelaria, Campeche nella penisola dello Yucatán. Ci si sposta poi in Chiapas il 31 dicembre e 1 gennaio per la Festa della ribellione e della resistenza anticapitalista nel Caracol di Oventic e poi il 2 e 3 gennaio le conclusioni e la chiusura, pronunciamenti e dichiarazioni, nel CIDECI a San Cristóbal de las Casas.

Alla conclusione dell'invito con la firma congiunta del CNI e dell'EZLN si afferma: “I nostri popoli, che siamo di mais, nel condividere con voi saremo come la milpa che fiorisce, per rafforzarsi nelle nostre resistenze e custodire la nostra madre terra in questo nuovo cammino che vogliamo condividere.".

INVITO AL FESTIVAL DELLE RESISTENZE E DELLE RIBELLIONI

“Veniamo per condividere i nostri sentimenti e dolori che ci ha causato questo sistema neoliberale. Ma è altrettanto certo che condividiamo le valide conoscenze, esperienze di lotta, di organizzazione. Impegni e sfide di fronte ai capitalisti invasori e neoliberali che tanto danno ci hanno causato."(EZLN, agosto de 2014)

cni2

Ai fratelli e sorelle della Sexta nazionale ed internazionale:

Riuniti i nostri popoli nella Compartición de Pueblos Zapatistas y el Congreso Nacional Indígena “David Ruíz García”, abbiamo parlato dei nostri dolori, delle nostre parole ed esperienze di lotta, ribellione e resistenza.nos platicamos nuestros dolores, nuestras palabras y experiencias de lucha, rebeldía y resistencia.

Insieme sappiamo che nelle nostre ribellioni ci sono i nostri "NO” alla politica di distruzione che fa il capitalismo in tutto il mondo. E sappiamo che nelle nostre resistenze ci sono i semi del mondo che vogliamo.

Queste ribellioni e resistenze non sono solo dei popoli originari del Messico. Sono anche nei passi dei popoli originari di tutto il continente e in tutti gli angoli del pianeta dove individu@s, gruppi, collettivi e organizzazioni non solo dicono “NO” alla distruzione, ma anche stanno costruendo qualcosa di nuovo.

In questa condivisione che è stata possibile in gran misura grazie all'appoggio dei fratelli e sorelle della Sexta nacional e internacional, confermiamo che la nostra madre terra, che da la vita a tutto il pianeta, è in pericolo e con lei l'umanità intera; vediamo che è il capitalismo neoliberale che provoca tanto dolore, tanta distruzione e tanta morte, che ci spolia, sfrutta, disprezza e reprime.

Nella difesa della madre terra, nella lotta per l'umanità e contro il neoliberismo, non c'è una lotta piccola.

Fratelli e sorelle della Sexta nacional e internacional, poichè sappiamo che questo capitalismo selvaggio e di morte non è invincibile, come ci insegnano, oltre all'esperienza zapatista, le ribellioni e resistenze che fioriscono in tutto il pianeta, e che i loro dolori sono i nostri, e che le loro lotte sono le nostre, e che i loro sogni sono i nostri, vogliamo condividere con voi le parole, le esperienze, i cammini e la decisione condivisa che è possibile un mondo che contenga molti mondi. Andiamo concretando questi passi per raggiungere questo sogno, è necessario condividere tra di noi, sapere quel che pensiamo, ascoltarci per sapere come sono le nostre lotte, per conoscere le nostre ribellioni e imparare dalle nostre resistenze.

I popoli, tribus e nazioni abbiamo accordato in questa assemblea di realizzare insieme con voi il  “Primer Festival Mundial de las Resistencias y las Rebeldías contra el Capitalismo” con lo slogan “DONDE LOS DE ARRIBA DESTRUYEN LOS DE ABAJO RECONSTRUIMOS (dove quelli in alto distruggono, quelli in basso ricostruiscono)”.

Questa gigantesca condivisione mondiale sarà nei giorni dal 22 dicembre del 2014 al 3 gennaio 2015 nei seguenti luoghi:

Inaugurazione nella comunità Ñatho di San Francisco Xochicuautla, Lerma, Estado de México, il giorno 21 dicembre 2014.

Condivisione nelle comunità di San Francisco Xochicuautla e in Amilzingo, Morelos i giorni 22 e 23 dicembre 2014.

Gran Festival Cultural en el Distrito Federal i giorni 24, 25 e 26 dicembre 2014.

Continuazione della condivisione nelle comunità di Binnizá di Juchitán, Oaxaca, e nella penisola di Yucatán, i giorni 28 e 29 dicembre del 2014.

Festa della ribellione e resistenza anticapitalista nel Caracol di Oventic i giorni 31 di dicembre e il primo gennaio 2015.

Conclusioni e chiusura, pronunciamento e dichiarazioni nel CIDECI, San Cristóbal de las Casas, Chiapas, i giorni 2 e 3 gennaio 2015.

La nostra condivisione in questo  “Primer Festival Mundial de las Resistencias y las Rebeldías contra el Capitalismo” sarà tra i popoli zapatisti, i popoli, tribus, nazioni e quartieri del Congreso Nacional Indígena, i popoli originari del continente e i popoli, collettivi ed individui aderenti alla Sexta nazionale ed internazionale in tutto il mondo.

Nei prossimi giorni faremo conoscere più dettagli di questa convocazione.

I nostri popoli che siamo di mais nel condividere con voi saremo come la milpa che fiorisce, per rafforzarsi nelle nostre resistenze e custodire la nostra madre terra in questo nuovo cammino che vogliamo condividere.

Dalla Realidad Zapatista, Agosto 2014

Per la ricostruzione integrale dei nostri popoli

Mai più un Messico senza di noi

Congresso Nazionale Indigeno

Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale

Más los individu@s, grupos, colectivos, organizaciones de la Sexta en todo el mundo que se sumen en esta convocatoria.

Bookmark and Share

Da La Realidad . Invito al Primo Festival Mondiale delle resistenze e delle ribellioni

Preparativi per il Festival Mundial de las Resistencias y las Rebeldías

Video verso il Festival Mondiale delle Resistenze e le Ribellioni