Israele

138 risultati, sezione: Mondi (vedi tutti) Rss Feed
La detenzione amministrativa nei Territori Occupati Palestinesi

La detenzione amministrativa nei Territori Occupati Palestinesi

Da Melting Pot: intervista a Triestino Mariniello, docente di Diritto penale internazionale alla Liverpool John Moores University

17 / 6 / 2024
Israele è uno dei paesi del mondo che fa più abuso della detenzione amministrativa rendendola parte integrale del suo sistema legale, come denuncia l’associazione palestinese Addameer[1]. Per i palestinesi che vivono nei territori occupati (OPT), la possibilità di diventare un detenuto amministrativo è una minaccia costante.I palestinesi sono stati soggetti alla ... »
La guerra totale di Israele contro la giustizia e la solidarietà internazionale

La guerra totale di Israele contro la giustizia e la solidarietà internazionale

Retroscena ed effetti della sentenza della CPI contro i massimi esponenti del governo israeliano e della leadership di Hamas. La nuova road map per il cessate il fuoco e la continuazione della guerra "fino alla distruzione di Hamas".

3 / 6 / 2024
L’inchiesta sulle minacce alla Corte Internazionale, le nuove restrizioni per l’ingresso degli stranieri nei territori occupati e le continue violazioni del diritto umanitario internazionale. A due settimane dalla richiesta di arresto per il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della difesa Yoav Gallant, quello che emerge è solamente la grande ... »
I Campus occupati scuotono gli USA e possono rappresentare una rottura nella lotta globale contro il genocidio palestinese

I Campus occupati scuotono gli USA e possono rappresentare una rottura nella lotta globale contro il genocidio palestinese

29 / 4 / 2024
“Quali affari fa una scuola che trae profitto dalle stesse compagnie di combustibili fossili e dagli stessi profittatori di guerra che stanno uccidendo le comunità dei suoi studenti?”Naina Agrawal, 21 anni, laureata in storia a Yale.Gli avvenimenti del 7 ottobre hanno spinto l’attenzione globale a spalancare gli occhi su una guerra da anni sopita ma radicata. In questo ... »
Parigi: voci dall'occupazione di Sciences Po per la Palestina

Parigi: voci dall'occupazione di Sciences Po per la Palestina

L’università simbolo di Parigi occupata per chiedere lo stop dei finanziamenti ad Israele. Un collettivo ebreo antisionista: “I sionisti devono smettere di strumentalizzare l’antisemitismo. La lotta per il popolo palestinese incarna tutti i valori della cultura ebraica”.

27 / 4 / 2024
Venerdì 26 aprile, il prestigioso istituto di studi politici a Parigi è stato sede di un’occupazione che ha coinvolto migliaia di persone, riunite per manifestare il loro sostegno al popolo palestinese. L’occupazione in realtà ha avuto inizio la sera del 25, quando gli studenti del collettivo Comité Palestine Sciences Po hanno fatto irruzione in università pretendendo ... »
La “risoluzione” viene dalle piazze e dai popoli in lotta

La “risoluzione” viene dalle piazze e dai popoli in lotta

Il 25 marzo 2024 il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione richiedendo un cessate il fuoco temporaneo nel conflitto tra Israele e Hamas. Per la prima volta gli USA non pongono il veto.

di Zan
30 / 3 / 2024
«Il bagno di sangue è durato troppo a lungo» rimprovera il vecchio Amar Benjama. Sono le 10.40 di lunedì mattina e l'Ambasciatore algerino sta parlando dal suo scranno alle Nazioni Unite. Poi si rivolge al popolo palestinese: «La comunità internazionale non vi ha abbandonato». Pochi minuti prima è avvenuto qualcosa di – a suo modo – storico. L'astensione degli ... »
Parigi: l’attacco sionista nel corteo dell’8 marzo

Parigi: l’attacco sionista nel corteo dell’8 marzo

Urgence Palestine: i collettivi femministi devono prendere una posizione contro chi supporta ideali colonialisti.

10 / 3 / 2024
L’8 marzo, a Parigi, le 100.000 persone scese in piazza manifestanti hanno vissuto scene drammatiche e surreali, in mezzo alle rivendicazioni femministe. Lə manifestanti si sono ritrovatə in piazza Gambetta alle 14, scandendo lo slogan “IVG, PMA, c’est mon corps, c’est mon choix” (aborto libero, procreazione assistita, è il mio corpo e la mia decisione) e hanno ... »
“J’accuse” racconta “la verità prima di tutto”: il genocidio in Palestina secondo Francesca Albanese

“J’accuse” racconta “la verità prima di tutto”: il genocidio in Palestina secondo Francesca Albanese

4 / 3 / 2024
Lunedì 26 febbraio la sede IUAV di palazzo Badoer ha ospitato la presentazione del libro J’Accuse con l’autrice Francesca Albanese, giurista di fama internazionale e Relatrice Speciale dell'Onu per i diritti umani nei Territori palestinesi occupati. L’evento, organizzato all’interno del ciclo di seminari intitolato “Saperi che liberano” e incentrato ... »
La disputa alla ICJ "apre una nuova era tra il Nord Globale e il Sud," afferma l’esperta ONU

La disputa alla ICJ "apre una nuova era tra il Nord Globale e il Sud," afferma l’esperta ONU

La relatrice speciale Francesca Albanese risponde alle domande sull'accusa di genocidio del Sudafrica a Gaza e dello scontro che si sta svolgendo nell'arena legale internazionale

30 / 1 / 2024
Da quando ha assunto il ruolo di relatrice speciale dell'ONU per i territori palestinesi occupati nel 2022, Francesca Albanese ha segnalato con vigore le violazioni dei diritti umani e ha difeso apertamente la protezione dei palestinesi secondo il diritto internazionale. Due settimane fa, gli obiettivi del suo incarico sono stati enfatizzati, con il Sudafrica a presentare un ... »
La devastazione ambientale e la guerra contro la Palestina

La devastazione ambientale e la guerra contro la Palestina

11 / 12 / 2023
La guerra è indiscriminata in tutti i sensi: mentre migliaia di persone vengono uccise, la terra su cui vivono, le risorse alimentari e idriche da cui dipendono e l’aria che respirano stanno venendo distrutte. Attraverso il flusso d’informazione che continua a trapelare sulla violenza genocida in corso contro i palestinesi a Gaza, è possibile comprendere più in ... »
Gaza è completamente isolata

Gaza è completamente isolata

Questa notte a Gaza si è verificato il più grave massacro dall’inizio dell’escalation, con attacchi di terra, aria e mare senza precedenti. Israele ha distrutto tutte le linee internet e telefoniche dentro la striscia, lasciando la popolazione isolata e priva di soccorsi. Il sistema civile e umanitario è collassato. Violenze in aumento in Cisgiordania.

28 / 10 / 2023
Questa notte a Gaza si è consumato il peggiore massacro dall’inizio dell’escalation e, probabilmente, il più cruento dall’inizio dell’assedio israeliano che soffoca la striscia dal 2007. L’aviazione ha bombardato le ultime torri che fornivano alla popolazione il segnale internet e telefonico, isolando completamente 2,3 milioni di persone.Gaza has officially gone ... »
1 2 3 4 5 6   »     Pagina 1 / 14