Autoanalfabeta University of Utopia: Verba manent, scripta volant

Ferdydurke - Dialoghi sul romanzo #02

L¹Atelier du Roman

29 / 10 / 2013

Massimo Rizzante (1963) è poeta, saggista e traduttore. Ha fatto parte dal 1992 al 1997 del Seminario sul Romanzo Europeo diretto da Milan Kundera. Dal 1993 al 1996 è stato redattore della rivista letteraria "Baldus". Dal 1994 è redattore della rivista "L’Atelier du roman". Nel 1999 ha pubblicato la raccolta di poesie "Lettere d’amore e altre rovine", Biblioteca cominiana. Nel 2005 ha tradotto "Il sipario" di Milan Kundera, Adelphi. Nel 2007 sono usciti il saggio "L’albero. Saggi sul romanzo", Marsilio e la seconda raccolta poetica, "Nessuno", Manni. Nel 2008 ha tradotto "Un incontro" di Milan Kundera, Adelphi e curato l’antologia poetica di O. V. de L. Milosz, "Sinfonia di novembre e altre poesie", Adelphi. Nel 2009 è uscito il saggio "Non siamo gli ultimi", Effigie (Premio Dedalus). Nel 2010 ha curato la raccolta poetica di M. Crnjanski, "Lamento per Belgrado", Ponte del Sale, una nuova edizione dei "Sonnambuli" di H. Broch, Mimesis e ha pubblicato la novella "Ricordi della natura umana", La Camera Verde. Nel 2012 ha curato "Scuola del mondo. Nove saggi sul romanzo del XX secolo", Quodlibet e tradotto e curato N. Kachtitsis, "Punto Vulnerabile", La Camera Verde e tradotto e curato l’antologia poetica di O. Lamborghini, "Il ritorno del dottor Hartz e altre poesie", Scheiwiller Libri. Nel 2013 è uscita la sua terza raccolta di poesie, "Scuola di calore", Effigie. Insegna all’Università di Trento e alla Tokyo University of Foreign Studies.

L'idea di dare vita nel 2006 al Seminario Internazionale sul Romanzo (SIR) all’Università di Trento, dove tutti possono diventare allo stesso tempo docenti e discenti e dialogare liberamente, senza nessuna pompa accademica, è alla base della mia esperienza a Parigi durante gli anni Novanta del secolo scorso, allorché mi imbattei senza alcun merito e molta fortuna in Milan Kundera. Nel 1980 Kundera arriva a Parigi, si insedia all'École des Hautes Études e lì comincia a formare un gruppo di persone provenienti da molti paesi. Beh, formare forse non è la parola esatta. Diciamo che si attornia di persone che gli vanno a genio per leggere e discutere quello che lui ha chiamato «il romanzo europeo dei Tempi Moderni».

Il seminario di Kundera, dopo aver promosso i primi numeri della rivista “L’Atelier du roman”, nata nel 1993, si concluderà  nel 1997, mantenendo sempre le stesse caratteristiche: una brigata cosmopolita di lettori che fanno molte domande – che imparano a domandare -,  molto umorismo, proverbiale discrezione, consapevolezza - sempre più acuta - che il romanzo moderno è un'arte con una sua storia e che questa storia sarà possibile finché ci sarà qualche lettore che imparerà a farsi domande su che cosa esplora l'arte del romanzo».

Il SIR, come del resto a suo tempo il seminario parigino, si occupa del romanzo: di Rabelais e Cervantes come di Musil e di Rushdie, ma anche di  molti altri autori contemporanei italiani e stranieri, senza distinzione di patria e di lingua. Del resto queste distinzioni, oggi più di ieri, non hanno alcun senso. La storia del romanzo è sempre stata sovranazionale - come quella di ogni altra arte. Perché in piena globalizzazione, il romanzo dovrebbe nazionalizzarsi, provincializzarsi? Perché dovremmo eliminare le diverse civiltà? In nome di che cosa?

Certo, lo so, il lettore, l'uomo che legge, questo esemplare sempre più in via d'estinzione, oggi è alquanto confuso. Una bussola? Il Nord è avanzare verso il passato: senza Rabelais non si capisce nulla di Gombrowicz. E viceversa.

M. R.


Autoanalfabeta - LogoAutoanalfabeta University of Utopia – a cura di Lello Voce con Claudio Calia, Gabriele Frasca, Luigi Nacci, Gianmaria Nerli, Massimo Rizzante // in Redazione: Lucia Tundo (testi e ricerche web), Mattia Barbirato (video e montaggio). Il Logo di Autoanalfabeta University of Utopia è di Fabrizio Urettini // La sigla video è di Mattia ‘Kollo’ Ceron // Soundtrack: Demetrio Stratos, O Tzitziras O Mitziras (1978). Autoanalfabeta è una produzione Globalproject.info
Ci trovi anche su Facebook

P. S.: questo post è un rizoma, è esteso, aiutaci anche tu a renderlo sempre più ricco suggerendoci link e materiali nei commenti al nostro trehad dedicato a questo post sulla nostra pagina Facebook.
Sei libero di consultare questo post come credi e se sei un integralista dell’alfabeto certo inizierai dallo scritto. Noi ti suggeriamo di iniziare a percorrere questo spazio ad iniziare dai video. In ogni caso ricorda che il testo di questo post ha integrato una serie di link ipertestuali che ne fanno parte a pieno titolo. In realtà non lo avrai letto del tutto prima di aver consultato anche i suoi link – no books allowed in this area ;-)

Bookmark and Share

Dialogo con Carlos Fuentes, da "L'Atelier du roman", n° 69

Il nome Ferdydurke - M. Rizzante

Villa-Lobos: Bachianas Brasileiras No. 5: I. Aria -

Kenzaburô Ôé-Notes de Hiroshima