Bangladesh

10 risultati Rss Feed
La strage di Dacca

La strage di Dacca

Oggi in Ita­lia ci saranno Flash­Mob a Firenze, Milano e Tre­viso.

24 / 4 / 2014
Sono venuti a trovarci pochi giorni fa a Treviso per poter indicare direttamente la responsabilità anche della multinazionale a colori Benetton degli oltre 1000 morti causati dal crollo del Rana Plaza a Dacca in Bangladesh. In realtà morti per sfruttamento.Il Rana Plaza era un enorme opificio tessile in cui lavoravano quasi 10000 persone direttamente o indirettamente su ... »
Treviso - Il 3 aprile: conferenza stampa ed incontro con una sopravvissuta del crollo al Rana Plaza in Bangladesh

Treviso - Il 3 aprile: conferenza stampa ed incontro con una sopravvissuta del crollo al Rana Plaza in Bangladesh

Per denunciare lo sfruttamento globale delle grandi company del tessile, come Benetton

28 / 3 / 2014
 Il 24 aprile  in Bangladesh crollava un palazzo di otto piani: il Rana Plaza. Dentro c’erano cinque fabbriche tessili che rifornivano numerosi marchi internazionali. Più di 1100 i morti nella palazzina simbolo dello sfruttamento dei marchi mondiali, tra i quali anche la trevigiana Benetton.Proprio a Treviso il 3 aprile arriveranno i sopravvisuti del crollo. Un atto ... »
Bangladesh. Cresce la lotta dei lavoratori del tessile

Bangladesh. Cresce la lotta dei lavoratori del tessile

Partecipazione, crescita sindacale e militanza sono dovuti a leader sindacali coraggiosi che stanno organizzando le lotte dei lavoratori tessili

19 / 11 / 2013
Ogni volta che c'è un disastro in una fabbrica di abbigliamento del Bangladesh i dirigenti sindacali del Bangladesh Center for Worker Solidarity corrono sulla scena con due obiettivi in mente. Primo aiutare e consolare vittime e parenti. In secondo luogo, cercano di entrare all'interno della fabbrica ancora fumante, per raccogliere le etichette dai vestiti in lavorazione ... »
Benetton e la strage di Dacca

Benetton e la strage di Dacca

Benetton sotto pressione firma l'accordo per indennizzi e sicurezza

12 / 9 / 2013
La firma di Benetton arriva dopo aver negato a lungo il suo coinvolgimento con fornitori presenti al Rana Plaza e dopo che molti dei marchi impegnati nelle fabbriche bengalesi avevano già riconosciuto la propria responsabilità. H&M, Inditex, PVH, Tchibo, Primark, Tesco, C&A, Hess Natur sono alcuni dei primi firmatari dell’accordo.A poche ore della scadenza ... »
Treviso - Incontro pubblico sulla strage di Dacca – People before profits

Treviso - Incontro pubblico sulla strage di Dacca – People before profits

Venerdì 31 maggio 2013 ore 18.30 a Treviso Piazza San Vito.

28 / 5 / 2013
Il 24 Aprile 2013 crolla a Dacca (Bangladesh) un edificio di otto piani contenente diversi laboratori tessili. Il bilancio ufficiale è di 1.127 morti, per la maggior parte operai.I laboratori incriminati facevano parte della filiera produttiva di svariate aziende occidentali, tra cui alcune con sede nel nostro territorio, prima fra tutte la Benetton. In seguito alla ... »
Non bisogna permettere alle multinazionali di decidere sul piano della sicurezza per le fabbriche in Bangladesh

Non bisogna permettere alle multinazionali di decidere sul piano della sicurezza per le fabbriche in Bangladesh

Le Corporation statunitensi non sembrano voler firmare neanche il protocollo per le aziende che hanno ordini nelle fabbriche tessili del Bangladesh e lo sfruttamento disumano continua.

18 / 5 / 2013
di Elizabeth Cline *E' stata una settimana di attesa per i consumatori americani per vedere quale sarebbe stata la risposta dei marchi della moda, che hanno le commesse in Bangladesh, dopo il crollo di fine aprile dell'edificio del Rana Plaza con più di 1.100 lavoratori tessili morti . Aziende di abbigliamento e corporations sono stati occupati nella sottoscrizione di un ... »
Dalla Asics alla Benetton: la delocalizzazione produce morte

Dalla Asics alla Benetton: la delocalizzazione produce morte

morti da lavoro in Cambogia e Bangladesh

di Bz
18 / 5 / 2013
Una fabbrica di scarpe è crollata in Cambogia nel distretto di Kong Pisey, provincia di Kampong Speu, a circa 40 chilometri ad ovest dalla capitale Phnom Penh intrappolando tra le macerie più di 100 operai e provocando diverse vittime: per ora i corpi recuperati sarebbero sei. La fabbrica, la Wing Star Shoes, è una delle fabbriche di scarpe sportive che lavorano ... »
Bangladesh - Benetton e gli altri: insopportabili lacrime di coccodrillo

Bangladesh - Benetton e gli altri: insopportabili lacrime di coccodrillo

Pagati un dollaro al giorno i lavoratori morti a Dacca

15 / 5 / 2013
Prendevano 1 dollaro al giorno i lavoratori morti nel crollo del Rana Plaza in Bangladesh, uno dei tanti palazzi, capannoni, scantinati dei paesi asiatici da cui provengono i tessuti dei grandi marchi mondiali, europei ed italiani.Esemplare il caso della Benetton che all'inizio aveva negato di aver mai avuto contatti con il laboratorio di Dacca, poi ha iniziato a dire che ... »
La Benetton c'è dentro fino alle macerie

La Benetton c'è dentro fino alle macerie

9 / 5 / 2013
Nuova tragedia del lavoro in Bangladesh: almeno otto persone sono morte in seguito a un incendio scoppiato a Dacca, in un palazzo di undici piani che ospitava una fabbrica di abbigliamento. Le fiamme sono divampate mercoledì sera, non molto tempo dopo che i trecento lavoratori dell'azienda Tung Hai Sweater Ltd. avevano lasciato il luogo di lavoro.Il bilancio delle vittime ... »
Strage di lavoratori a Dacca, "nella fabbrica crollata anche marchi italiani"

Strage di lavoratori a Dacca, "nella fabbrica crollata anche marchi italiani"

28 / 4 / 2013
 L'Organizzazione Internazionale del Lavoro ha fissato nel 28 aprile di ogni anno la Giornata Mondiale sulla Sicurezza sul Lavoro. E per la circostanza, vengono organizzati in tutto il mondo iniziative ed eventi che riportino in primo piano questa problematica, che anche in Italia determina un lavoratore morto al giorno. Ora proprio alla vigilia di una data che vede ... »