Padova - I colossi dello sfruttamento cedono davanti ai blocchi dei lavoratori

13 / 5 / 2009

Sono stati rimossi i blocchi che da giorni vedevano impegnati oltre un centinaio di lavoratori nella provincia padovana. I fronti aperti, che hanno visto mobilitata l’Associazione Difesa lavoratori, sono molteplici e tutti parlano il linguaggio di un nuovo statuto di garanzie per i lavoratori, del reddito e dalla dignità della vita.

Centro Riciclo Monselice
Le trattative hanno portato all’impegno di cedere su tutte le richieste avanzate dai lavoratori che bloccavano da giorni i cancelli. Assunzioni a tempo indeterminato da parte della cooperativa subentrante, senza periodo di prova e con l’inserimento nella lista degli assunti anche delle donne in maternità. A breve la verifica dei contratti anche se le difficoltà non mancano.
Nel tavolo di confronto si è inserita incomprensibilmente anche la Cgil (senza nessun iscritto in azienda) che chiede l’inserimento nella lista di assunzione (con l’obbiettivo di legittimare la sua presenza nel centro) dei suoi iscritti a discapito di chi già lavorava alla CRM. I rappresentanti del sindacato confederale che si sono presentati ai cancelli della CRm nei giorni scorsi sono stati cacciati dai lavoratori in lotta.
Intervista a un lavoratore.(12.05.09)

Fotografie a cura dell'ADL(12.05.09)
Salta l’accordo. Nuova occupazione del centro riciclaggio(08.05.09)

Magazzino Michelin
In mobilitazione da domenica notte, i lavoratori della Pega, cooperativa del consorzio Ceva, che gestisce la logistica del magazzino Michelin di Tribano, hanno rimosso i blocchi che ormai da due giorni avevano prodotto il collasso del centro di smistamento. Decine e decine di camion bloccati ai cancelli, con ingenti perdite economiche per Michelin che però non sembrava disposta a cedere alle richieste dell’ADL. Lo scorso venerdì, con una lettera recapitata a 10 lavoratori, la cooperativa comunicava l’immediata messa a zero ore per un periodo di sei mesi agli stessi. Ma i 35 lavoratori della Pega hanno ottenuto dopo una estenuante trattativa la revoca del provvedimento.

TNT
Proprio mentre erano in atto i blocchi alla Pega e al CRM un altro fronte di mobilitazione era stato aperto dopo il licenziamento di un delegato dell’ADL alla TNT di Limena. Un provvedimento mirato che però sembra in procinto di essere ritirato.

Link:
ADL

Bookmark and Share

Monselice (PD) - Occupazione del centro riciclaggio, intervista a un lavoratore

video

video